Nuova mostra di Caravaggio a Roma

Nelle Sale espositive di Palazzo Caffarelli, nei Musei Capitolini di Roma, grande apertura della mostra “Il tempo di Caravaggio, capolavori della Collezione di Roberto Longhi” che si terrà da giugno 2020 a metà settembre 2020.

La mostra riunisce i capolavori di Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, l’artista irrequieto e maestro dell’uso di luci e ombre, vissuto tra il 1571 e 1610. Le opere all’interno dell’esposizione appartengono alla collezione dello storico d’arte Roberto Longhi, di cui si celebra il cinquantenario dalla morte. Presente all’interno della mostra è il “Ragazzo morso da un ramarro”, conservato solitamente nella casa del collezionista, Villa Tasso, oggi Fondazione Longhi di Firenze.
Di questo olio su tela ne esistono due versioni: una realizzata tra il 1595-1600 e conservata alla National Gallery di Londra e l’altra realizzata tra il 1595-1596 senza dubbio opera del Caravaggio, acquistata da Roberto Longhi nel 1928 e che sarà esposta al pubblico a Roma. Secondo la tradizione artistica il soggetto rappresentato altro non sarebbe che una metafora delle pene d’amore e del piacere. Molti sono i simboli raffigurati: prima fra tutti la lucertola (o ramarro), che sbucando fuori dal cesto di fiori e frutta, morde il giovinetto sul dito, ma troviamo anche simboli più nascosti come il gelsomino, allegoria del desiderio e la rosa tra i capelli, simbolo dell’amore stesso. Alcuni vedono nella stessa azione del morso un significato occulto, quello della delusione e dei pericoli della vita. All’interno della mostra sarà inoltre possibile ammirare più di quaranta dipinti di altri artisti operanti nel XVII secolo, i quali vennero influenzati dallo stile “caravaggesco”.

Scritto da #stefanosghinolfi

shares