La quarantena ha avuto molti effetti negativi sulla vita di ognuno di noi, ma dobbiamo riconoscerle che almeno un lato positivo c’è stato… l’inquinamento è sparito!

Ovunque in Italia si registrano sensibili diminuzioni degli elementi inquinanti nell’aria.
Il quasi azzeramento del traffico, la drastica diminuzione degli agenti inquinanti emessi dalle fabbriche, alcune chiuse, alcune con lavori a regimi ridotti, il quasi azzeramento del traffico aereo e navale, ci hanno regalato una qualità dell’aria che non respiravamo, a detta degli esperi, da tre secoli! Incredibile, no?
Questo miglioramento dell’aria non si è registrato solo in Italia, infatti come sappiamo, il coronavirus ha paralizzato quasi la totalità del pianeta terra. Le zone dell’emisfero che hanno registrato le maggiori diminuzioni di agenti inquinanti sono State la Cina e l’India, che normalmente sono invece tra i top paesi inquinanti al mondo.
In India il tasso di inquinamento dell’aria si è abbassato talmente tanto da portare ad un netto miglioramento anche della visibilità, pensate che gli abitanti del nord del paese ora possono vedere il monte Himalaya che era sparito dalla loro vista da quasi 30 anni a causa proprio dell’inquinamento!
In Europa i paesi che invece hanno registrato la diminuzione più alta dell’inquinamento sono stati Germania, Francia e Italia.

Nel nostro paese soprattutto la Lombardia risulta la regione che ha avuto un azzeramento quasi totale a seguire il nord est Italiano e via via tutte le altre regioni. Ma ovviamente non solo l’aria ha beneficiato di questo lockdown, ma anche i mari, i fiumi e i laghi sono molto più puliti.
Sono sotto gli occhi di tutti i video che immortalano delfini che nuotano all’interno di porti di grandi città, l’erba che torna a crescere nelle nostre piazze, animali che corrono liberi per le strade… e anche queste sono scene che non si vedevano da anni!
Il Po in italia ha acque talmente limpide in questi giorni sembra un mare caraibico!
In provincia di Torino dove di solito le acque del fiume più lungo d’Italia risultavano essere scure e limacciose, hanno letteralmente cambiato colore: sono ora così azzurre e cristalline che ci si può specchiare dentro!
Il fiume campano Sarno, che era catalogato come uno tra i più inquinati d’Europa, torna ad essere pulito.
Il golfo di Napoli oggi ha un’acqua talmente pulita da non far invidiare il mare della Sardegna.
Come del resto le immagini dei canali veneziani, talmente limpidi e puliti che sono ricomparse le meduse e gruppetti di pesciolini a nuotarvici dentro.

Se vogliamo veramente renderci conto della differenza della qualità dell’aria, tra prima del lockdown e il dopo, basta che confrontiamo Le immagini satellitari: le possiamo trovare ovunque su internet. Parecchi siti confrontano le immagini prese dal satellite della nostra penisola due mesi fa e immagini satellitari scattate nei giorni scorsi: la differenza è impressionante!

Questa pandemia mondiale di covid-19 disastrosa per la nostra salute, forse ci ha insegnato che per salvare il nostro amato pianeta terra non è poi troppo tardi, e che se tutti insieme rivediamo le nostre priorità, rispettiamo l’ambiente, dimentichiamo la macchina quando è superflua, ricicliamo, non buttiamo mozziconi e cartacce per terra, ci muoviamo e viviamo più consapevolmente… possiamo migliorare l’ambiente che ci circonda e noi stessi. Non torniamo alla situazione di prima, ma ripartiamo più uniti e forti che mai, verso un mondo migliore.

scritto da #cleocirelli

shares