Alcune parole italiane impossibili da tradurre in inglese!

Ogni lingua contiene determinate parole o frasi che non possono essere tradotte comodamente. E l’italiano ne è pieno. Incontrerai alcune di queste parole nel linguaggio quotidiano, mentre altre sono un po ‘più insolite. Ecco alcune delle parole italiane “intraducibili” più interessanti. In questo periodo dell’anno, a causa della pandemia COVID non è possibile viaggiare, ma quando tutto sarà risolto, e succederà presto, un viaggio in Italia sarà il modo migliore per riprendere la vita del tour!

Magari – Questa parola complicata ha molti significati diversi che non sempre si traducono direttamente. In genere, in una frase viene tradotto come “anche se”, “forse” o “probabilmente”. Come esclamazione, “magari!” è l’espressione di un forte desiderio. Ad esempio, se qualcuno ti chiede se desideri un viaggio gratuito in Italia, potresti dire “magari!”. Anche se non esiste un equivalente esatto in inglese, in questo contesto significa: “Se solo fosse vero!”

Abbiocco – La prossima volta che senti il ​​bisogno di un pisolino dopo esserti concesso un pranzo abbondante, colpa dell’abbiocco, la sonnolenza che segue a un pasto abbondante. Meno drammatico di “coma alimentare”, è una parola gentile che evoca il oziare in un pomeriggio soleggiato.

Petaloso – Una delle parole più recenti in lingua italiana. Questo aggettivo, non ancora inserito ufficialmente nel dizionario, può essere utilizzato per descrivere un fiore che ha un numero di petali particolarmente elevato. È stato coniato nel 2016 da uno scolaro del comune di Copparo, Ferrara.

Menefreghista – Potresti aver sentito la frase “Non me ne frega” pronunciata in Italia, che significa “Non me ne frega niente!” Ebbene, in italiano c’è anche un sostantivo per descrivere qualcuno che è particolarmente incline a questo modo di pensare.

Meteropatico – Soffri la malinconia invernale? Questa parola è per te. Non si trova sempre nel dizionario italiano e l’ortografia varia, ma in alcune parti d’Italia sentirai usare meteopatico nell’italiano colloquiale per descrivere una persona che vuole nascondersi sotto le coperte fino alla primavera.

Apericena – La parola per descrivere l’aperitivo che sfugge di mano… Quando hai mangiato metà del buffet e hai bevuto diversi drink e dopo non riesci a gestire una cena adeguata. Una parola usata spesso dagli studenti, apericena è un modo molto pratico per consumare una cena economica e un drink, o semplicemente una cena leggera quando non si ha molta fame. E sicuramente non è la stessa cosa dell’happy hour.

scritto da #giorgiarocchetti

Shopping cart
There are no products in the cart!
Continue shopping
0